Luigi Gentili

Luigi Gentili

Luigi Gentili nell’articolo di L’Eco di Bergamo racconta di aver superato due volte la leucemia e sottolinea l’importanza del dono di midollo osseo per salvare altre vite.
Di seguito un estratto dell’articolo, che può essere letto cliccando sull’immagine a fianco. 
“…il 13 marzo del 2019 è arrivato il momento del trapianto: «Non so chi sia la persona che mi ha salvato, so che è una giovane donna, ma non ho idea della sua nazionalità o professione.
Se potessi in qualche modo raggiungerla, vorrei ringraziarla, perché mi ha salvato la vita.
Il trapianto è durato tre ore, si è svolto in modo molto semplice, e ho passato quei momenti con un forte senso di gratitudine. 
Qualcuno è ancora convinto che la donazione del midollo comporti pratiche invasive, ma non è così. Si svolge in modo praticamente analogo a una donazione di sangue, e può salvare una vita, come è successo a me». Per questo, osserva Luigi, è così importante l’azione di associazioni come l’Admo…”

A fianco il link per visitare il sito dell’ADMO https://www.admolombardia.org/provincia/bergamo/

FacebookTwitterGoogle+LinkedInAOL MailBlogger PostGoogle GmailYahoo MailCondividi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


uno × 3 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>